clipSALUTE il Tg di domenica 11 marzo 2018

Avatar Marco Strambi | 12/03/2018

Questa settimana in clipSALUTE gli argomenti sono stati:

Visite gratuite per cuore e ossa delle donne
Parte il tour “Prevenzione Possibile”
La metà dei decessi femminili è causato da malattie cardiovascolari, il doppio di quelli causati da tumori e da altre patologie. Per informare le donne sul rischio e la prevenzione cardiovascolare, fino al 26 giugno l’ambulatorio mobile del progetto “Prevenzione Possibile. La salute al femminile” girerà l’Italia offrire consulti medici e fare una valutazione preliminare. Tutte le informazioni sull’iniziativa e il calendario delle tappe del tour sono disponibili sul sito www.prevenzionepossibile.it.

Negli ospedali è malnutrito 1 paziente su 3
Supplementi nutrizionali ancora sotto-utilizzati
In ospedale e nelle residenze sanitarie assistenziali un paziente su 3 è malnutrito o a rischio di malnutrizione e, ancora più grave, un paziente oncologico su 5 muore di malnutrizione Sono i dati riportati da una ricerca realizzata dal Cergas dell’Università Bocconi di Milano, ricerca focalizzata in particolare sui supplementi nutrizionali orali, prodotti destinati alla prevenzione o al trattamento della malnutrizione. I supplementi nutrizionali orali sono ancora sotto-utilizzati e soltanto in un caso su tre i loro utilizzo è coperto dal Ssn mentre il resto è a carico del paziente.

Acido ialuronico, una terapia per la pelle
Efficace anche contro dermatiti e cicatrici
Si chiamano skinbooster, ed oltre a essere prodotti di eccellenza per la prevenzione e il trattamento dei segni dell’invecchiamento cutaneo, rappresentano a tutti gli effetti una terapia per la pelle. Gli skinbooster sono gel iniettabili a base di acido ialuronico utilizzati nella secchezza marcata della pelle che colpisce i soggetti con dermatite atopica, ma hanno mostrato efficacia anche nel migliorare l’aspetto delle cicatrici da acne. Inoltre l’utilizzo questi dispositivi è utile nelle donne in terapia antitumorale, che determina una marcata secchezza soprattutto della cute del viso

La prima cura per la cheratite neurotrofica
È un collirio frutto della ricerca italiana
Si chiama Cenegermin, il principio attivo sviluppato da Dompé per la cura della cheratite neurotrofica, una malattia rara e invalidante dell’occhio, ad oggi orfana di trattamento. Cenegermin è una proteina del tutto simile a quella naturalmente prodotta dal corpo umano, coinvolta nello sviluppo, nel mantenimento e nella sopravvivenza delle cellule nervose. Somministrato in gocce oculari in pazienti con cheratite neurotrofica moderata o grave, questo collirio può aiutare a ripristinare i normali processi di guarigione dell'occhio e riparare il danno della cornea.

La terza edizione di “Roche per la Ricerca”
Il riconoscimento alla ricerca indipendente
Oltre 800 i progetti di ricerca candidati in due anni, più di due milioni di euro stanziati in favore di giovani ricercatori under 40. Sono questi i numeri dietro al successo del Premio “Roche per la Ricerca”, il riconoscimento alla ricerca indipendente volto ad approfondire le nuove frontiere della medicina personalizzata. Gli 8 vincitori del bando 2017 si sono aggiudicati fondi per progetti di ricerca in oncologia, neuroscienze ed ematologia. La cerimonia di premiazione è stata anche l’occasione per presentare la terza edizione di “Roche per la Ricerca” per il 2018.

Il sistema immunitario può vincere i tumori
È questa la sfida della tecnologia CAR-T
Programmare le cellule del sistema immunitario del paziente per combattere i tumori. Oggi grazie alla tecnologia CAR-T i laboratori degli ospedali all’avanguardia sono in grado di riprogrammare alcune cellule dell’organismo, i linfociti T in modo che possano combattere il tumore dall’interno. I primi risultati sono stati ottenuti contro le leucemie e i linfomi, ma si tratta del primo passo verso una vera rivoluzione nella lotta ai tumori.

Quale futuro per il Sistema Sanitario
Le indicazioni dal congresso GIMBE
Si è svolta a Bologna la Conferenza Nazionale GIMBE, il Gruppo Italiano per La Medicina Basata sulle Evidenze per fare il punto sullo “stato di salute” del nostro servizio sanitario nazionale e in particolare sui livelli essenziali di assistenza. Durante la conferenza alla ricercatrice Elena Cattaneo è stato conferito Il Premio Evidence 2018 per il suo continuo impegno a sostenere la necessità di un “Sistema Ricerca Italia”, adeguatamente finanziato, gestito in maniera trasparente e basato sulla meritocrazia.

Nel video:

Stefano CARUGO

Direttore di Cardiologia Ospedale Santi Paolo e Carlo di Milano

Damiano RIZZONI

Direttore Medicina interna Azienda Ospedaliera di Brescia

Cinzia FALASCO VOLPIN

Country Manager Italia di Mylan

Mariangela RONDANELLI

Professore in Scienze e Tecniche Dietetiche Applicate Università di Pavia

Claudio JOMMI

CERGAS Università Bocconi di Milano

Magda BELMONTESI

Dermatologa e Docente di Chirurgia Plastica Università di Pavia

Carlo DI GREGORIO

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica Palermo

Leonardo MASTROPASQUA

Direttore Centro Oftalmologia Università d'Annunzio di Chieti-Pescara

Paolo RAMA

Primario Unità Operativa Oculistica  Ospedale San Raffaele di Milano

Eugenio ARINGHIERI

CEO Gruppo Dompé

Francesco FRATTINI

Segretario Fondazione Roche

Maurizio DE CICCO

Presidente e Amministratore Delegato Roche

Franco LOCATELLI

Direttore Onco-Ematologia Pediatrica Ospedale Bambin Gesù Roma

Andrea BIONDI

Direttore Clinica Pediatrica Università Milano Bicocca

Nino CARTABELLOTTA

Presidente Fondazione GIMBE

Elena CATTANEO

Direttrice Centro Ricerca Cellule Staminali Università di Milano